Linnaea borealis (pianta)

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 18:17:19 19-12-2010

La Linnaea borealis è una caprifoliacea il cui nome è dedicato al botanico svedese Carlo Linneo. Dotata di steli sottili la cui lunghezza può variare dai venti ai quaranta centimetri, ha foglie ovali sempreverdi, lunghe dai tre ai dieci millimetri e larghe dai due ai sette. I fiori sono accoppiati a penduli: la loro lunghezza va dai sette ai dodici millimetri, sono rosa e hanno una corolla con cinque petali. Si tratta di un arbusto sempreverde. Originariamente la Linnaea è nata nelle regioni artiche, e in seguito alle grandi migrazioni vegetali risalenti al periodo glaciale si è spostata anche sulle zone alpine, dove tuttavia, ancora oggi, cresce solamente in pochi terreni, dotati di microclimi particolari simili a quelli che ritroviamo nelle zone subartiche. In effetti, nelle zone alpine possiamo trovarla solamente in alcune foreste di conifere. I fiori, come dicevamo, sono campanulati, di un colore rosa molto pallido. Possiamo riconoscere tre specie differenti: la Linnaea borealis della sub specie borealis, diffusa specialmente in Europa; la Linnaea borealis della sub specie americana, che troviamo principalmente nel nord America; infine, la Linnaea borealis della sub specie longiflora, che cresce prevalentemente nel continente asiatico. In America la ritroviamo nel Tennessee e sui monti Appalachiani. In gran Bretagna è diffusa, invece, nelle foreste di pini scozzesi e nel nord dell’Inghilterra. La presenza di questa pianta in una foresta viene considerata dagli esperti indice dell’antichità della foresta stessa. In Italia questa pianta viene chiamata semplicemente Linnea. In inglese, invece, il suo nome è twinflower, proprio a indicare la presenza dei due fiori “gemelli”. Nel nostro Paese si trova specialmente nei boschi di conifere delle Alpi (in particolar modo nella parte occidentale del Trentino Alto Adige, e più raramente in Valle d’Aosta; è presente, in maniera sporadica, anche nel Parco Nazionale dello Stelvio, ma produce frutti raramente). Predilige i terreni paludosi o muschiosi, a un‘altitudine tra i 1200 e i 2100 metri, con suolo con una forte componente di silicio. La pianta è stata nominata così in onore di Linneo, poichè era una delle preferite del botanico svedese. Addirittura essa è il simbolo della provincia di Smaland, in Svezia, che è appunto la provincia originaria di Linneo. Quando era giovane, il botanico chiamò questa pianta con il suo nome, Linnea, appunto, mentre più tardi, nel Systema Natuare, la identificò come Rudbeckia. Il nome finale e definitivo fu assegnato da un insegnante di Linneo, Jan Frederik Gronovius. Linneo aggiunse la specificazione di borealis, a indicare la provenienza nordica di questa specie vegetale. Linneo ebbe modo di dire riguardo a essa: “Si tratta di una pianta della Lapponia, piuttosto insignificante, che fiorisce per poco tempo. Assomiglia molto a me”.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon
Linnaea borealis (pianta)
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: La Linnaea borealis è una caprifoliacea , La pianta è stata nominata così in onore di Linneo

Giudizio negativo Svantaggi: fiorisce per poco tempo

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: fiori giardinaggio linnaea borealis

Categoria: Casa e Giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Linnaea borealis (pianta)? Chiedi alla nostra Community.

 

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento