Kony 2012 (le critiche a Invisible Children)

basato su 1 Opinione

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:34:59 15-03-2012

Quest’anno è stato pubblicato un documentario di 30 minuti circa sulle atrocità ai danni di migliaia di bambini commesse in Uganda dal Lra (Lord’s Resistance Army) e questo ha scatenato reazioni contrastanti.
Il video è stato girato da Jason Russell, uno dei fondatori di Invisible Children con lo scopo di favorire la cattura del generale Joseph Kony, leader del LRA (Lord’s Resistance Army).
Il video, messo in onda su Youtube, è stato visto da milioni di persone, che si sono mobilitate affinche non si dimentichi lo scopo di Invisible Children.

Altre associazioni umanitarie hanno criticato però pesantemente questa organizzazione, accusandola di investire i soldi ricavati dalle loro campagne in modo sbagliato e cioè, realizzando film al posto di aiutare più concretamente chi ne ha bisogno.
Oltre a questo, c’è chi li ha attaccati per aver esagerato alcuni dati riportati nel documentario fornendo notizie un po’ più ingrandite rispeto alla realtà e per aver mostrato il presidente Obama come colui che ha accettato di inviare uomini a sostegno delle forze ugandesi, solo per fargli pubblicità in vista della nuova campagna elettorale.
Ma non c’è solo chi ha criticato l’organizzazione, c’è chi l’ha conosciuta per la prima volta grazie proprio a questo documentario e sta partecipando ora attivamente per fare qualcosa per i bambini ugandesi.
Per tutte queste persone che ci credono, il capo dell’associazione Ben Keesey, ha risposto con un video recentemente postato sulla rete alle critiche avanzate.

Nel video di risposta, Keesey racconta come l’80% dei fondi arrivati all’organizzazione sia sempre stato reinvestito sul campo ogni anno dal 2007 ad oggi, per costruire strutture per i bambini, come scuole, ospedali, punti di ritrovo, centri ricreativi e molte altre tra cui, una stazione radio per comunicare con le forze del paese e ricevere soccorsi in tempo per salvarsi la vita in caso di attacco da parte dei ribelli.
Il presidente di “Invisible Children” va avanti dicendo che i costi maggiori relativi a campagne e documentari sono le spese per la produzione di adesivi, t-shirt, poster, braccialetti e vari altri gadgets, ma sono tutti oggetti atti a trarre un profitto da reinvestire in azioni concrete per chi ne ha bisogno.
Per quanto riguarda i dati gonfiati Keesey rammenta a tutti che l’obbiettivo principale dell’associazione per quest’anno è far catturare Kony, lo ribadisce proprio con le parole: “L’importante è fermare prima possibile il generale Josepe Kony” e che quindi qualche numero in più in confronto alle atrocità commesse dal generale non è nulla.
I dati non sono stati gonfiati, sono solo stati riassunti grazie a tutte le testimonianze prese sul campo da bambini e adulti che hanno vissuto in prima persona queste tragedie.
In fine, per la presunta pubblicità ad Obama, spiega che comunque l’organizzazione ha chiesto sempre il sostegno di tutte le parti politiche statunitensi per andare avanti nel loro progetto, il fatto che poi si sia concretizzato con la scelta di Barack Obama di inviare uomini in Uganda è solo il risultato degli sforzi dell’associazione.
Con queste dichiarazioni, spiega il presidente, tutto lo staff di “Invisible Children” spera di aver fatto più chiarezza sulla linea guida dell’associazione, ma se qualcuno avesse delle domande può scrivere alla loro redazione e verranno fornite altrettante risposte.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon
Kony 2012 (le critiche a Invisible Children)
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: favorire la cattura del generale Joseph Kony , fare qualcosa per i bambini

Giudizio negativo Svantaggi: Altre associazioni umanitarie hanno criticato però pesantemente questa organizzazione

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: crimini di guerra Invisible Children Kony

Categoria: varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Kony 2012 (le critiche a Invisible Children)? Chiedi alla nostra Community.

 

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti (1)

  • 20 marzo 2012
    alle 15:55

     

    Laura Coser

    Ma CHI ha criticato?

    Giudizio Generale: 0.0

     

     

    Sto leggendo su vari siti e blog a proposito delle critiche su questo documentario e sull’operato di Invisible children. Si legge sempre che “alcuni hanno criticato” “altre associazioni hanno criticato”, “c’è chi ha criticato”…ma insomma chi sono questi CHI???? E se i dati fossero pompati, perchè questi CHI non diffondono i dati esatti visto che li sanno? Saremmo molto più contenti (almeno io) di ricevere un’informazione corretta, invece di semplici critiche molto vaghe.

     

    Fai una domanda  Riporta abuso